Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Economia

Ascom: il nuovo tributo Res? Rischio mortale per le imprese del terziario

Boano: “La nuova tassa sui rifiuti e i servizi comunali indivisibili è l’ennesimo colpo ad un settore già fortemente provato dalla crisi, dagli aumenti, dal calo dei consumi e, per il comune di Alessandria, anche dal dissesto”
Rincari medi del 311% dal gennaio 2013 nei servizi comunali di raccolta rifiuti, sicurezza, illuminazione e gestione delle strade (i cosiddetti servizi indivisibili) per le aziende del terziario di mercato. E’ questo il dato allarmante che emerge dall’analisi di Confcommercio Imprese per l’Italia. “Se il tributo Res dovesse essere confermato senza correttivi – commenta Luigi Boano, Presidente Ascom provinciale - potrebbe determinare un colpo mortale per moltissime piccole e medie imprese del commercio, del turismo e dei servizi”.
Nel 2013 le tariffe pagate dalle aziende piemontesi sono infatti destinate ad aumentare in media del 311%, con incrementi superiori al 400% per alcune tipologie di attività come la ristorazione (+580%), l'ortofrutta (+610%), le discoteche (+580%). Aumenti consistenti sono comunque in programma per le altre categorie: bar e le pasticcerie (+320%), i generi alimentari (+290), gli alberghi con ristorante (+210%), l’abbigliamento e le calzature (+75%) . A rischio sono dunque un po’ tutti i settori, anche se le simulazioni effettuate da Confcommercio hanno prospettato il passaggio da 401,35 euro a 3.038,40 euro per un negozio di 100 mq nel settore della vendita di pesci, fiori o pizza al taglio, mentre discoteche e night club di 200 metri quadri passeranno dagli attuali 558,90 euro a 4.433,91 euro; solo un po' meglio andrà per altre categorie, ad esempio, ad edicole, farmacie e tabacchi con negozio di 30 mq, che passeranno da 103,50 euro a 192,20 euro.
Il decreto "Salva Italia", convertito con modificazioni nella legge 214/2011, ha previsto la soppressione dell'attuale regime di prelievo sui rifiuti e la sua sostituzione dall'inizio del prossimo anno con il nuovo tributo Res.
“In attesa dell'emanazione dell'apposito regolamento ministeriale – aggiunge Roberto Cava, direttore Ascom provinciale - l'entrata in vigore del nuovo regime tariffario dal primo gennaio 2013 comporterà un aumento spropositato delle tariffe sui rifiuti, perché saranno calcolate sulla base di coefficienti arbitrari, come il predominio del peso della superficie dell'area rispetto alle quantità di rifiuti realmente prodotti”.
"La preoccupazione delle imprese è in costante crescita – prosegue Boano -. Si tratta, infatti, dell'ennesimo balzello che le nostre aziende devono pagare, nonostante il nostro sistema commerciale sia di fronte ad una vera e propria emorragia di imprese. E’ incredibile continuare a sostenere che le piccole e medie imprese rappresentano lo scheletro del sistema economico del nostro territorio, per poi trovare nuove strade e nuovi provvedimenti per affossarle".
Boano conlude ricordando che "Confcommercio Imprese per l’Italia ha recentemente chiesto al ministro dell'Ambiente Clini la sospensione fino al primo gennaio 2014 del nuovo tributo, in attesa di un ridisegno delle caratteristiche principali", a partire dai criteri per l'individuazione del costo del servizio di gestione dei rifiuti, per la rideterminazione della tariffa e per la ripartizione tra quota fissa e variabile e tra componente domestica e non domestica.
28/11/2012
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Cristiano De Andr? apre il Festival contro 2018 a Castagnole Lanze
Cristiano De Andr? apre il Festival contro 2018 a Castagnole Lanze
Fai, Novi è delegazione
Fai, Novi è delegazione
Manifestazione Iperdì
Manifestazione Iperdì
Incidente sulla statale
Incidente sulla statale
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Pattinaggio artistico Aurora
Pattinaggio artistico Aurora