Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
UILinforma

Bilancio 2015: "anno stazionario". Per il 2016 serve dialogo

Il segretario generale della Uil, Aldo Gregori, fa un bilancio di fine anno. Tra i settori che meglio hanno retto c'è il chimico, mentre restano aperte altre questioni come Bellavita, Salus, Guala e Paglieri Sell System. Ancora crisi nera nel settore dell'edilizia. Per il 2016 la parola chiave è "dialogo"
 PROVINCIA - “Un anno stazionario rispetto al 2014”. Questo in sintesi il bilancio 2015 sul fronte occupazionale tracciato dal segretario generale Uil, Aldo Gregori. Sviluppi positivi sul fronte del lavoro non ce ne sono stati. “Anzi permangono situazioni di criticità, in bilico ancora, come il Bellavita e la Salus – ha spiegato Gregori – Ma anche Guala e Paglieri Sell System”. Diverse sono state quindi le crisi aziendali, come dimostrano i dati di questi giorni che parlano infatti di un aumento dei “fallimenti” delle aziende rispetto allo scorso anno.

Le preoccupazioni sul fronte sindacale restano quindi ancora molte: “attendiamo per vedere come si evolverà il caso Ilva e se per caso il settore del metalmeccanico torni a rifiorire”. Il settore del chimico è quello che meglio ha retto la crisi del periodo, con eccellenze nostrane come Solvay. Ancora in caduta libera è invece il settore dell’edilizia: “le speranze le riponiamo nel nuovo anno alle porte – spiega il segretario Uil – con la ripresa dei lavori del Palazzo dell’Edilizia all’ingresso della città di Alessandria”.

E per il 2016? Le speranze sono riposte in una “ripresa del dialogo” e del confronto con le parti sociali, politiche ed istituzionali. “Sono sedendosi tutti al tavolo e ragionando insieme sulle problematiche ancora aperte si può arrivare a delle soluzioni”. Dialogo è quindi la parola chiave di domani….nella speranza che le manovre messe in atto e l’economia del Paese riprendano a funzionare.
31/12/2015
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Intervista ad Antonio Caprarica a La Torre di Carta di Novi Ligure
Intervista ad Antonio Caprarica a La Torre di Carta di Novi Ligure
Sicurezza nelle stazioni, il video realizzato dal CnosFap di Serravalle
Sicurezza nelle stazioni, il video realizzato dal CnosFap di Serravalle
Distilleria aperta
Distilleria aperta
Love date, amore e web
Love date, amore e web
La protesta dei 101
La protesta dei 101
Sull'orlo del baratro
Sull'orlo del baratro
Caduti, ricordato Paladini
Caduti, ricordato Paladini