Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Sezzadio

Discarica Cascina Borio, non è detta l'ultima parola

Il comune di Sezzadio annuncia l’impugnazione davanti al Tar della delibera firmata da Rita Rossa, presidente della Provincia,che da il via libera alla ditta Riccoboni alla discarica di cascina Borio. Ottria: “appelliamoci al principio di precauzione”
SEZZADIO – I comuni della Valle Bormida, Sezzadio in testa, non si arrendono all'ipotesi che venga attivata una discarica nella ex cava di Cascina Borio, progetto presentato dalla ditta Riccoboni.
Il comune di Sezzadio, in particolare, annuncia infatti che presenterà un ricorso al Tar contro la delibera della provincia di Alessandria, firmata dal presidente Rita Rossa, che recepisce a sua volta una precedente sentenza del Tar. Il progetto iniziale era infatti stato bocciato dalla conferenza dei servizi.
La ditta proponente, la Riccoboni, si era rivolta al tribunale amministrativo che aveva accolto l'istanza. A quel punto, il comune di Sezzadio, da solo, aveva fatto ricorso al Consiglio di Stato, che si deve ancora esprimere. Ma la Provincia ha, nel frattempo, dato il via libera, adeguandosi alla sentenza del Tar e “cambiando idea”, di fatto, sul primo parere.
Il sindaco di Sezzadio, però, vuole rassicurare i cittadini, annunciando, appunto, un nuovo ricorso e ricordando che, in ogni caso, prima di dare avvio alla discarica, la ditta deve prima presentare un progetto di circonvallazione per evitare il transito dei camion in paese, da portare in conferenza dei servizi, come indicano le proscrizioni approvate e tutt'ora valide.

Sull'argomento interviene anche il consigliere regionale Walter Ottria:
Ad oggi, nonostante questa forte contrarietà del territorio e l’assoluta importanza della falda per la nostra provincia, il rammarico più grande è che non esista ancora dal punto di vista normativo a livello di Provincia, Regione e Stato, una Legge che riesca a tutelare in maniera inequivocabile un bene così importante per il nostro presente ed il nostro futuro.
A questo proposito, scorrendo il documento di autorizzazione alla costruzione della Discarica, firmato dalla Provincia dì Alessandria, appare chiaro che il punto fondamentale per proteggere la falda acquifera di Sezzadio sia il Piano di Tutela delle Acque, approvato nel lontano 2007 e ancora non entrato pienamente in funzione; la direzione ambiente delle Regione ha comunicato , già nel 2013, che “in assenza di disposizioni attuative delle Norme del Piano, la Regione afferma che per il principio di precauzione, il sito prescelto non risulta pienamente idoneo, per ubicazione e caratteristiche, ad ospitare un impianto di discarica”.
Il Dipartimento ambiente “ricorda quindi che non esistono disposizioni attuative delle Norme di Piano del PTA per quanto riguarda le aree di ricarica del sistema acquifero profondo, essendo necessari approfondimenti tecnici per delimitarle con maggior dettaglio, atti ad individuare limitazioni e prescrizioni specifiche”.
Io ripartirei da qui; a metà del 2016 dovrebbero arrivare gli studi dell’Universitá di Torino, che nei mesi scorsi abbiamo sollecitato e che sono il presupposto fondamentale per licenziare le norme attuative del PTA. Parallelamente chiedo che il principio di precauzione più volte sollecitato dalla Regione e anche dal sottoscritto, sia tenuto in dovuta considerazione.
Alla luce delle ultime sentenze demolitorie, comprendo l’ineluttabilità dell’autorizzazione, chiedo però che la politica, l’etica e la responsabilità sociale delle imprese possano garantire l’essenziale approfondimento a tutela della falda acquifera di Sezzadio; per il bene dell’ambiente e della salute delle prossime generazioni.

 
26/02/2016
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



La Maddalena in video
La Maddalena in video
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
Maddalena, visita virtuale
Maddalena, visita virtuale
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
Valditerra e Caffè Gel, cena gourmet
Valditerra e Caffè Gel, cena gourmet
Focaccia novese, è record!
Focaccia novese, è record!
Verso la focaccia dei record
Verso la focaccia dei record