Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Dalla scuola media Vochieri un "grazie" per la festa del Tricolore

Ci scrivono gli alunni della scuola media Vochieri di Alessandria che hanno partecipato alla alla manifestazione sulla Costituzione, l'inno e la bandiera tenutasi in Cittadella
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – La classe 3ªI della scuola media Vochieri di Alessandria ha partecipato alla manifestazione sulla Costituzione, l’inno e la bandiera, tenutasi l’altro ieri in Cittadella ad Alessandria. Hanno partecipato all’evento il prefetto Romilda Tafuri, il sindaco Cuttica di Rivagliasco, le delegazioni degli alpini, dei bersaglieri, della polizia di Stato, dei carabinieri.
È stato il dottor Astori a introdurre l’evento con un saluto di gratitudine a tutti i partecipanti, ricordando l’importanza della commemorazione dell’Unità d’Italia. A seguito dell’alzabandiera, il coro della scuola media Vochieri, diretto dalla prof.ssa Rita Ferraris ha cantato l’inno.

Il sindaco è poi intervenuto per ricordare l’impegno dei militi italiani che lottarono uniti contro lo straniero per meritare la libertà. Infine, il prefetto ha chiuso con una riflessione sul grave attacco alla Repubblica di 40 anni fa, citando i martiri di via Fani e chiedendo un momento di silenzio per rendere omaggio al sacrificio di Aldo Moro.

Gli alunni della classe 3ªI della scuola media Vochieri, nel loro percorso triennale di studi e impegnati in una formazione di cittadinanza attiva oltre che di conoscenza dei valori della Costituzione e della identità culturale italiana, riconosciuti all’interno di una coesistenza con i valori dell’Unione Europea, hanno scritto questa riflessione:

«Ringraziamo le autorità tutte per averci invitato a partecipare fattivamente a questa manifestazione, cui abbiamo voluto aderire con libera e consapevole responsabilità civile. Vogliamo rendere omaggio al Nostro Documento approvato dall’Assemblea Costituente il 22 dicembre 1947 ed entrato in vigore il 1 gennaio 1948: la Costituzione italiana. “La Repubblica è una e indivisibile, riconosce e promuove le autonomie locali”, recita l’art. 5 e, soprattutto, sancisce l’art. 1: “L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che lo esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione”. Siamo consapevoli e onorati da chi ci ha lasciato un’eredità politica e civile così importante e di cui vogliamo essere ogni giorno fedeli e responsabili testimoni. Riconosciamoci uniti e attenti cittadini, come recita l’inno di Mameli; sentiamoci davvero “Fratelli d’Italia” non solo in occasione delle partite di calcio o di commemorazioni ufficiali, ma ogni giorno, nella nostra quotidianità e, forti di questa nostra identità storica e culturale, “stringiamoci” intorno alla bandiera della Repubblica, il nostro tricolore».

Nella foto, insieme agli alunni, il professor Valerio De Natale, collaboratore della dirigente, la docente di italiano e storia della 3ªI Elena Di Gesualdo e la direttrice del coro professoressa Rita Ferraris.

18/03/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Operazione dei carabinieri
Operazione dei carabinieri
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Monile Viaggi: Creiamo esperienze
Monile Viaggi: Creiamo esperienze
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Parco Euronovi
Parco Euronovi
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà