Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Trisobbio

''Trisobbio Pulito'': oltre quaranta volontari al lavoro per ripulire il paese

Record di presenze, fra cui tanti giovani con meno di 20 anni che si sono cimentati in questa maratona ecologica supportata dal Comune e da Econet, che ha fornito alcuni contenitori di varie dimensioni per lo smaltimento dei rifiuti trovati nel corso della giornata

TRISOBBIO - C'è un fenomeno, quello dei rifiuti abbandonati lungo le strade provinciali di collegamento con i vari centri zona e nelle campagne, che non è particolarmente edificante per l'Ovadese, anche se spesso passa sotto silenzio. O quantomeno non è all'ordine del giorno, anche se torna prepotentemente alla ribalta in occasione delle iniziative ecologiche promosse sul territorio. L'ultima in ordine di tempo è sempre particolarmente sentita, visto che quest'anno, alla 24° edizione di "Trisobbio Pulito", hanno stabilito un record di presenze. Ben quarantaquattro persone, tra cui dieci esordienti, hanno aderito all'iniziativa ideata nel 1995 da Ferdidando Scarso e Gianpaolo Carosio, oggi rilanciata a cadenza annuale dalla Pro Loco del paese guidata dall'inizio dell'anno da Filippo Rainoni.

Tanti i giovani con meno di 20 anni che, dalle ore 14.00 alle 17.30, si sono cimentati in questa maratona ecologica supportata dal Comune e da Econet, che ha fornito alcuni contenitori di varie dimensioni per lo smaltimento dei rifiuti trovati nel corso della giornata. Al termine, per le 5 squadre (che hanno operato presso strada Orsara e Sambuco, zona San Rocco, Villa Botteri, Piana di Montaldo e località Stanavasso, dove si sono mossi i più piccoli) è stato allestito un rinfresco all’interno del magazzino comunale. Il bilancio complessivo dell’evento non può che essere positivo. «Siamo soddisfatti per la partecipazione mai così numerosa – dice Enrico Grazielli, ex presidente e referente della Pro Loco di Trisobbio –. Inoltre, a differenza delle aspettative (particolarmente pessimistiche per l’avvio del sistema di raccolta differenziata attraverso il porta a porta, ndr), il numero dei rifiuti raccolti è diminuito, e per fortuna nelle nostre zone sembra esserci sempre meno roba abbandonata».      

27/03/2019
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Operazione dei carabinieri
Operazione dei carabinieri
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Monile Viaggi: Creiamo esperienze
Monile Viaggi: Creiamo esperienze
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Parco Euronovi
Parco Euronovi
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà