Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Bosco Marengo

A Santa Croce iniziati i lavori per il centro che custodirà opere d'arte da tutto il mondo

Un centro internazionale per la sicurezza del patrimonio mobile. Si tratta del progetto che il Comune di Bosco Marengo vuole realizzare recuperando una parte del complesso monumentale di Santa Croce, una delle meraviglie che il nostro territorio ci offre.
BOSCO MARENGO - Strutture per la formazione a livello internazionale di operatori specializzati in grado di intervenire rapidamente per il recupero delle opere d’arte in situazioni di emergenza; un centro di controllo e coordinamento dell’emergenza capace di fornire supporto operativo remoto a una squadra operativa mobile durante le operazioni di recupero; un deposito temporaneo per le opere d’arte recuperate a seguito di eventi calamitosi, come alluvioni e terremoti. In poche parole un centro internazionale per la sicurezza del patrimonio mobile. Si tratta del progetto che il Comune di Bosco Marengo vuole realizzare recuperando una parte del complesso monumentale di Santa Croce, una delle meraviglie che il nostro territorio ci offre.
I lavori che serviranno per realizzare questo ambizioso progetto verranno realizzati dal consorzio Ciro Menotti di Ravenna, che si è aggiudicato la gara per un importo di 763.330 euro, con un ribasso superiore al 28 per cento del prezzo a base di gara. Le offerte presentate per realizzare gli interventi al complesso boschese erano state 26.

Al progetto, illustrato già nel 2013 a conclusione dei lavori del World Political Forum, concorrono il gruppo di Protezione civile di Alessandria (che riunisce persone capaci di recuperare e mettere in sicurezza quadri, tappeti, arredi, ceramiche e altri oggetti preziosi danneggiati a causa di alluvioni, terremoti, incendi e altre calamità), l’istituto di ricerca Siti, fondato da Politecnico di Torino e Compagnia San Paolo, e l’agenzia di sviluppo Lamoro (Langhe Monferrato Roero).
Alla fine del 2014, il Comune di Bosco Marengo aveva ricevuto un contributo di un milione di euro dalla Regione Piemonte a favore del progetto.
24/06/2015
Lucia Camussi - l.camussi@ilnovese.info
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
Valditerra e Caffè Gel, cena gourmet
Valditerra e Caffè Gel, cena gourmet
Focaccia novese, è record!
Focaccia novese, è record!
Verso la focaccia dei record
Verso la focaccia dei record
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" ad Arquata Scrivia domenica 10 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" ad Arquata Scrivia domenica 10 giugno