Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Campionissimi, nuova area espositiva con caschetti moderni e storici

In occasione della Milano-Sanremo sarà possibile ammirare, al Museo dei Campionissimi, una nuova sezione, quella dedicata ai caschetti. Nella nuova area espositiva del museo saranno esposti i nuovissimi caschi ultraleggeri di sofisticata tecnologia che si affiancano alle vecchie glorie in cuoio e sughero
NOVI LIGURE - In occasione della Milano-Sanremo sarà possibile ammirare, al Museo dei Campionissimi, una nuova sezione, quella dedicata ai caschetti. "In questa sezione – spiega la direttrice Chiara Vignola – vogliamo ricostruire la storia di questi copricapo che utilizzavano già Giovanni Gerbi e Fausto Coppi sia durante gli allenamenti sia durante le gare. Il caschetto è diventato obbligatorio ormai da alcuni anni". Nella nuova area espositiva del museo saranno esposti i nuovissimi caschi ultraleggeri di sofisticata tecnologia e produzione “tutta italiana” si affiancano alle vecchie glorie in cuoio e sughero.

L’uso obbligatorio del casco tra i professionisti risale appena al 2006, anche se Coppi, Bartali, Robic, Maspes, Moser e Bugno già lo indossavano. I loro copricapi protettivi sono stati gli antenati degli odierni caschi leggeri e aerodinamici, in materiale ultra-resistente agli urti, che pesano appena 250 grammi o poco più.
"Grazie alle ditte Limar di Bergamo e Las di Milano, specialisti nella produzione di caschi per professionisti, tutti potranno ammirare le ultime novità, compreso il modello Velov a placche rimovibili, vincitore dell’International Product Design Award 2013 – continua Vignola – Inoltre al Museo è arrivato un altro importante “pezzo”. Si tratta della maglia della campionessa Elena Cecchini".

Nel 2014, Elena Cecchini, a soli 21 anni, si è aggiudicata il titolo di campionessa italiana su strada nella categoria élite. La ciclista friulana, nota per i suoi successi su strada e su pista, ha deciso di donare al museo dedicato a Coppi e Girardengo la maglia che ha indossato durante quella gara.
"L’oggetto – prosegue Vignola – è stato collocato all’interno della sala espositiva permanente dedicata al ciclismo “in rosa”, che, proprio in queste settimane, è in corso di aggiornamento con nuovi pannelli espositivi".
22/03/2015
Marzia Persi - m.persi@ilnovese.info
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Operazione dei carabinieri
Operazione dei carabinieri
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Monile Viaggi: Creiamo esperienze
Monile Viaggi: Creiamo esperienze
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Parco Euronovi
Parco Euronovi
Porte aperte al Marenco
Porte aperte al Marenco
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà