Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Cooperativa sociaile, 69 le richieste arrivate in Comune

Si è chiuso l'altro giorno il bando per far parte della cooperativa sociale di tipo B proposta dal Comune di Novi per aiutare persone in difficoltà e assistite dai servizi sociali. Sono 69 le domande arrivate e che verranno valutate a breve, in attesa della costituzione del nuovo soggetto che all'inizo si occuperà della pulizi aglòi impianti sportivi comunali, ma poi dovrà essere autonoma
Sono 69 le richieste di adesione al bando emesso dal comune di Novi per la costituzione di una cooperativa sociale di tipo B. Un risultato che non sorprende l'assessorato alle politiche sociali e che mette ancora una volta in evidenza il momento di difficoltà economica attuale. Il bando, che si è chiuso l'altro giorno, era rivolto alle fasce di popolazione disagiate, che già usufruiscono di forme di assistenza sociale tramite il Consorzio servizi alla persona.

Si tratta di persone che non riescon,o per differenti motivi, a rientrare nel mondo del lavoro, per limiti di età o per loro condizioni particolari, e che magari hanno partecipato a cantieri di lavoro comunali; donne con figli sole oppure persone seguite dai servizi dell'Asl, che magari hanno passato periodi in carcere.

Con questo bando la volontà del Comune è stata quella di uscire dal circolo vizioso dell'assistenza, offrendo a queste persone la possibilità di costituire una cooperativa sociale che possa svolgere lavori di manutenzione che non interessano magari alle grandi cooperative fornendo l'assistenza iniziale e un contributo che, però, dovrà essere restituito nel tempo, rendendo autonomi i soggetti.

La cooperativa potrà svolger, ad esempio, le pulizie negli impianti sportivi cittadini, ma in breve tempo la società dovrà essere in grado di camminare con le proprie gambe. Tra i 69 curricula depositati presso l'ufficio protocollo del comune, ne saranno selezionati da un minimo di tre ad un massimo di cinque, dopo una serie di colloqui. Questi saranno il nucleo fondante della cooperativa che, una volta costituita, dovrà muoversi autonomamente e rimborsare quanto ricevuto - circa 5 mila euro - che confluirà in un fondo che potrà essere utilizzato da altri per lo stesso scopo, auto alimentandosi ogni volta.
 
Tanti domande arrivate in Comune, ma secondo l'assessorato, c'è anche chi aveva i requisiti previsti dal bando per partecipare, ma ha preferito non aderire, scegliendo di non rinunciare ai contributi assistenziali del Csp, che era una delle altre condizioni poste per aderire al progetto della cooperativa sociale.

La commissione si riunirà a breve per valutare le richieste e scegliere i profili più idonei per dare vita alla cooperativa che dovrà essere operativa entro il nuovo anno.
 
19/08/2012
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



La Maddalena in video
La Maddalena in video
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
Maddalena, visita virtuale
Maddalena, visita virtuale
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
Valditerra e Caffè Gel, cena gourmet
Valditerra e Caffè Gel, cena gourmet
Focaccia novese, è record!
Focaccia novese, è record!
Verso la focaccia dei record
Verso la focaccia dei record