Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Società

I piedi a bagno, nelle acque della provincia

Qualche consiglio per chi non ha potuto abbandonare la provincia in queste giornate di caldo torrido. Non resta che indossare il costume ed immergersi per rinfrescare il corpo e lo spirito!
Giornate di caldo (per tutti) e relaz (per la maggior parte degli abitanti della provincia). Guardano fuori dalla finestra chi non ha immaginato il mare, il refrigerio di un bagno, la leggera brezza che soffia di sera a rendere meno afosa queste giornate di fine di agosto? Per chi ha esaurito le ferie, vuoi chi dissuaso dalle code che si troverà a fare all'altezza di Genova Voltri o di un altro svincolo autostradale, per chi non ha tempo o voglia di quell'ora di viaggio per raggiungere la Liguria, vuoi chi, in quest'anno di crisi, non ha potuto allonarsi da casa, la vista di una spiaggia resta un miraggio lontano.
La nostra provincia, pur non avendo il mare, abbonda di fiumi e torrenti dei quali approfittare in questo periodo così caldo. Ecco, dunque, alcuni consigli per assaporare una natura rigogliosa, tra le gole e le pozze d'acqua che il nostro territorio offre: 
  •  Le strette di Pertuso: gola fluviale della Val Borbera tra i comuni di Persi e Pertuso. Un vero e proprio canyon alto in alcuni punti anche 100 metri; bagnato dal torrente Borbera regala scorci mozzafiato con le sue pareti di roccia scoscese. Zona presa letteralmente d'assalto dai turisti in alcuni periodi dell'anno, che affollano le sponde del torrente approfittando dei pochi punti di discesa per raggiungere il Borbera. 
  • Il torrente Piota attraversa il territorio ovadese tra Lerma e Silvano D'Orba prima di gettarsi nelle acque dell'Orba. Il Piota regala spiagge di sassi in cui godersi un bagno come a ridosso della frequentatissima località Cirimilla (a pochi chilometri da Lerma) dove c'è anche un'area attrezzata per le grigliate e dove è possibile partire per alcune escursioni verso le Capanne di Marcarolo. Il Piota è famoso anche per essere una zona ad altra frequentazione dei cercatori d'oro.
  • Il torrente Gorzente: un corso d'acqua che scorre per lo più in territori selvaggi e disabitati nel parco naturale delle Capanne di Marcarolo dove forma anche gli splendidi laghi artificiali della Lavagnina (non balneabili). Attraversa i comuni di Bosio, Mornese e Lerma dove confluisce nel torrente Piota.
  • L'Orba: a monte dell'attuale Lago di Ortiglieto esistono numerosissimi laghi o laghetti adatti ad immergersi nelle acque fresche. In Loc. Ortiglieto, all'altezza della confluenza del Rio Meri, è presente una piccola e bella spiaggetta di sabbia e ghiaia, ideale per riposarsi e prendere il sole. In questo punto il torrente è profondo non oltre il metro e quindi consente solo una sorta di “bagnasciuga” molto piacevole poichè l'acqua è sempre corrente.
Tutti luoghi di natura incontaminata. Non lasciate, quindi, immondizia in questi meravigliosi posti, affinchè alle generazioni future possano godere degli stessi abienti! 


...e adesso non resta che indossare il costume ed immergersi per rinfrescare il corpo e lo spirito!
 
19/08/2012
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Noi siamo Pernigotti
Noi siamo Pernigotti
Salviamo questo gianduiotto
Salviamo questo gianduiotto
Il rito della bandiera
Il rito della bandiera
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Vegni sarà il nostro futuro
Vegni sarà il nostro futuro
Ponte Morandi, tir sequestrati
Ponte Morandi, tir sequestrati