Ovada

Granfondo dei trapiantati: finale di tappa a Ovada

Martedý pomeriggio gli atleti provenienti da Pavia termineranno la seconda frazione con una visita in Comune e all'Istituto Pertini. Il giorno successivo la carovana ripartirÓ alla volta di Arenzano
OVADA - Sarà situato a Ovada l’arrivo della seconda tappa della “12° Granfondo nazionale trapiantati”, la cicloturistica organizzata dalla Onlus “Amici del Trapianto di Fegato” che prenderà il via domani mattina da Bergamo, sede dell’associazione. Cinque le frazioni programmate e suddivise tra Lombardia, Piemonte e Liguria. La gara terminerà venerdì prossimo con il trasferimento da Finale Ligure a Sanremo. Domani, invece, per la tappa inaugurale, gli atleti partiranno da Bergamo per poi dirigersi verso Pavia (90 chilometri), dove faranno visita all’ospedale San Matteo e l’istituto magistrale statale “A. Cairoli”. Martedì mattina la carovana si dirigerà verso Ovada (93,9 chilometri) dopo aver attraversato Tortona e Novi Ligure. Durante la permanenza in città, i partecipanti saranno accolti in Comune e all’istituto comprensivo “Pertini”, prima di rimettersi in viaggio verso Arenzano (57,4 chilometri) con sosta presso l’ospedale “San Martino” di Genova. Le ultime due tappe (“Arenzano – Finale Ligure” e “Finale Ligure – Sanremo”) si svolgeranno in territorio ligure sulle strade della Milano-Sanremo riservata ai professionisti.

La Granfondo sarà un modo per ricordare Luisa Savoldelli, riferimento ideale ed organizzativo all’interno dell’associazione bergamasca scomparsa lo scorso ottobre. Diverse le personalità istituzionali e sportive che sostengono l’iniziativa, che lo scorso anno ha portato quindici atleti trapiantati da Bergamo alla Sardegna. Oltre al sindaco della città lombarda, Giorgio Gori, sono scesi in campo a favore della Granfondo anche gli ex ciclisti professionisti Felice Gimondi (uno dei sei corridori ad aver vinto tutti e tre i grandi Giri, cioè Giro d'Italia, Tour de France e Vuelta di Spagna España, oltre alla conquista del titolo iridato nel 1973 a Montjuïc), Ivan Gotti (vincitore di due edizioni del Giro d’Italia), Paolo Savoldelli (vincitore di due edizioni del Giro d’Italia) e Giuseppe Guerini (Premio alla carriera dell'Associazione Nazionale Ex Corridori Ciclisti nel 2008).

 

20/09/2015
Redazione - redazione@ovadaonline.net