Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Il mistero dei 72 nascosto tra le carte della Trinità

Durante il riordino dell'archivio della Confraternita rinvenuti i documenti che provano l'esistenza, fino al 1904, di un singolare consorzio. Una studiosa calabrese al lavoro per ricostruire la storia di una tra le più influenti "associazioni" novesi
NOVI LIGURE – Fino al 1904 è esistita in città una congregazione dal nome misterioso: il “Numero dei settantadue”. Alcuni antichi documenti che contengono questa strana dicitura – la quale sembra fare riferimento a uno dei numeri simbolo della Cabala ebraica – sono stati scoperti durante i lavori di riordino dell’archivio della Trinità. Una messe sterminata di pergamene, registri e quaderni, che vanno dal 1482 ai primi anni del Novecento, e che ora è al vaglio di una studiosa arrivata a Novi Ligure da Amantea, in provincia di Cosenza.

Carmela Porco, 32 anni, una laurea in conservazione dei beni culturali e un diploma all’Archivio di Stato di Roma, da giugno si sta occupando della cernita e del riordino di tutti i documenti della storica Confraternita della Santissima Trinità. Dall’analisi dei documenti emerge che la Confraternita della Trinità era una vera e propria potenza economica e politica. “Nei suoi ranghi militavano soprattutto laici, nobili, personaggi ricchi e influenti. Famiglie che avrebbero fatto la storia di Novi per molti secoli”, spiega Carmela Porco.
La maggior parte dei documenti dell’archivio consiste in registri e atti di carattere economico. Ogni entrata e ogni uscita, anche la più piccola elemosina, veniva annotata minuziosamente. Il patrimonio della Confraternita era davvero ingente. E si arricchiva di anno in anno.

Ma torniamo al “Numero dei settantadue”. Si trattava di una sorta di congregazione nata all’interno della Confraternita (nei documenti viene chiamato “Consorzio”). Per quali motivi e con quali scopi non è ancora chiaro. Non si può parlare di una “società segreta”, anche perché dalle polverose carte dell’archivio sono emersi alcuni registri di appartenenti al “Numero”.
Forse si trattava dei confratelli più influenti. O forse di un gruppo di devoti deciso a rispettare il precetto di evangelizzazione. Sono infatti 72, secondo il Vangelo di Luca, i discepoli scelti da Gesù per formare il corteo che doveva precederlo “in ogni città e luogo dove stava per recarsi”. A costoro Gesù dà il potere di “camminare sopra i serpenti e gli scorpioni e sopra ogni potenza del nemico”.
Che i documenti della Trinità stiano svelando un aspetto della storia di Novi finora rimasto nascosto?

Il servizio completo sul Novese in edicola fino a mercoledì 1° ottobre.
27/09/2014
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Noi siamo Pernigotti
Noi siamo Pernigotti
Salviamo questo gianduiotto
Salviamo questo gianduiotto
Il rito della bandiera
Il rito della bandiera
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Vegni sarà il nostro futuro
Vegni sarà il nostro futuro
Ponte Morandi, tir sequestrati
Ponte Morandi, tir sequestrati