Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Un tuffo nella storia: folla per i cinquant'anni della piscina

Un tuffo in cinquant'anni di storia, questo è "Quando a Novi arrivò il mare", l'ultima fatica letteraria di Lorenzo Robbiano, presentata al museo dei Campionissimi davanti una platea di centinaia di persone. Tra di loro tante promesse del nuoto novese
NOVI LIGURE – Un tuffo in cinquant’anni di storia, questo è “Quando a Novi arrivò il mare”, l’ultima fatica letteraria di Lorenzo Robbiano, presentata, venerdì scorso, al museo dei Campionissimi. Erano davvero in tanti i convenuti all’incontro, fra questi, i piccoli nuotatori di Aquarium che stanno dando molte soddisfazioni ai loro istruttori, primo fra tutti a Davide Montecucco.

Attraverso una serie di slide Lorenzo Robbiano ha commentato la ricerca che ha portato alla stesura del volume, fortemente voluto dal gruppo Acos e da Aquarium per celebrare i 50 anni della struttura natatoria di via Fratelli Rosselli. Novi, allora, aveva capito le necessità dei suoi abitanti e, così, attraverso uno sforzo notevole sia economico che edilizio ha dato vita a una piscina olimpionica che ha richiamato anche professionisti ad allenarsi nei mesi estivi.

Robbiano ripercorre in queste pagine la storia della città ricordando i luoghi di ritrovo, l’aumento della popolazione che ha decretato la nascita di nuovi quartieri e di nuove scuole. C’è anche la storia delle associazioni sportive che hanno fatto vivere dal punto di vista agonistico la piscina.

Oggi come allora – ha commentato Mauro D’Ascenzi, amministratore delegato del Gruppo Acos – l’amministrazione comunale ha capito le nuove esigenze della popolazione e, nei primi anni Duemila ha realizzato la piscina coperta”. Una piscina che, stando ai dati forniti da Paolo Reppetti, presidente di Aquarium, sta funzionando bene offrendo un servizio importante alla città e al circondario.

Di piscina coperta se ne parlava già negli anni Settanta, tante le petizioni e le raccolte di firme susseguitesi nel corso degli anni, ma le varie amministrazioni comunali hanno sempre rinviato perché si dovevano sborsare troppi soldi. Poi è arrivata la proposta di Alberto Ghibellini, campione olimpionico di pallanuoto, che ha di fatto cambiato il modo di concepire la struttura natatoria.

Ecco che via Fratelli Rosselli è divenuto un punto per il fitness e il benessere, non solo quindi nuoto ma anche palestra, estetica e pizzeria. La scelta del project financing è stata vincente per la città innanzitutto e per l’amministrazione comunale che non ha dovuto in primis finanziare l’opera. “Possiamo dire con soddisfazione – ha sottolineato Reppetti – che il nostro bilancio si è chiuso in pareggio”.

Con “Quando a Novi arrivò il mare” Lorenzo Robbiano ha cercato di far conoscere una pagina di vita importante della città che, forse, non tutti ricordano. Ancora una volta il passato deve insegnarci ad affrontare il futuro con spirito costruttivo senza timori solo così Novi potrà riconquistare quel peso di primo piano che ha avuto nel territorio.
29/09/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Primo cogresso provinciale Uil Tucs dopo 4 anni
Primo cogresso provinciale Uil Tucs dopo 4 anni
Il rap di Kaldy e Sr Miind
Il rap di Kaldy e Sr Miind
Basaluzzo, festa di Carnevale in parrocchia
Basaluzzo, festa di Carnevale in parrocchia
Salvini all'Ilva
Salvini all'Ilva
Festa degli anniversari
Festa degli anniversari
La villa di Pessino
La villa di Pessino
Visita pastorale, le immagini
Visita pastorale, le immagini