Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Protezione Civile, il gruppo novese all'esercitazione "Un Po di Sesia"

Giornate di esercitazioni per il gruppo d Protezione Civile di Novi Ligure. Lo scorso 20 giugno la squadra novese ha preso parte all’esercitazione interregionale “Un Po di Sesia 2015”, organizzata dal Comune di Casale Monferrato e articolata in tre giorni di esercitazione, con l’allestimento di due campi base.
NOVI LIGURE - Giornate di esercitazioni per il gruppo d Protezione Civile di Novi Ligure. Lo scorso 20 giugno la squadra novese ha preso parte all’esercitazione interregionale “Un Po di Sesia 2015”, organizzata dal Comune di Casale Monferrato e articolata in tre giorni di esercitazione, con l’allestimento di due campi base, uno a Casale in piazza Mercato Pavia, l’altro ubicato nel Comune di Sartirana Lomellina.

Il gruppo di Novi Ligure ha partecipato con 7 volontari, mettendo a disposizione parte delle attrezzature in dotazione, compresi due motopompe cestinate e un gruppo elettrogeno. Subito dopo l’alzabandiera, il gruppo novese è stato subito coinvolto nella ricerca di persone scomparse in superficie, senza l’aiuto di unità cinofile, lungo gli argini del Po e ha coadiuvato i volontari del gruppo comunale di Balzola per l’inizio delle ricerche.

“Dopo il passaggio su gommone e lo sbarco su isolotti presenti in mezzo al fiume, si è dato inizio alle ricerche dei dispersi - racconta chi ha vissuto quest’esperienza in prima linea - Dopo il ritrovo dei dispersi e il ritorno al campo base 1, nel pomeriggio, esercitazione nel Comune di Sartirana Lomellina con motopompe cestinate per abbassare il livello dell’acqua di un canale. Tutte le squadre intervenute hanno provveduto alla sistemazione delle idrovore e delle motopompe in dotazione ed a pompare via l’acqua, riversandola in un altro canale che scorre parallelo al primo”.

Dopo il ritorno al campo base, ultima esercitazione per i volontari novesi. L’obiettivo era determinare il livello dell'acqua di falda, con il freatimetro, “uno strumento utilizzato per misurare il livello dell’acqua in pozzi artesiani, cisterne o in falde – spiegano dal gruppo di protezione Civile - estremamente semplice da utilizzare, grazie al sensore piezometrico che, calato all’interno della cavità, a contatto del pelo dell’acqua, emette una segnale luminoso e acustico. Con la collaborazione del volontario del Comune di Casale addetto a queste rilevazioni periodiche, i volontari si sono recati presso i 4 pozzetti di rilevazione e con l’ausilio del freatimetro, a turno, si è misurata la profondità dell’acqua, provvedendo a riportare i valori su un registro. Dalla comparazione delle misurazioni raccolte con quelle registrate, si è potuto concludere che in tutti e 4 i punti di misurazione, il livello dell’acqua presente nelle falde freatiche, nelle zone a rischio di frane e smottamenti in caso di abbondanti precipitazioni atmosferiche, si è abbassato in maniera significativa, segnale di scarsità di piogge”.
25/06/2015
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Tony Coleman & Henry Carpaneto 5tet al Cinema Teatro Macall? "Movie Blues"
Tony Coleman & Henry Carpaneto 5tet al Cinema Teatro Macall? "Movie Blues"
Intervista ad Antonio Caprarica a La Torre di Carta di Novi Ligure
Intervista ad Antonio Caprarica a La Torre di Carta di Novi Ligure
Virgo Fidelis
Virgo Fidelis
Chaves, il saluto sul crinale
Chaves, il saluto sul crinale
Tony Coleman & Henry Carpaneto 5tet al Cinema Teatro Macallè  "Movie Blues"
Tony Coleman & Henry Carpaneto 5tet al Cinema Teatro Macallè "Movie Blues"
Distilleria aperta
Distilleria aperta
Love date, amore e web
Love date, amore e web