Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Provincia

Quale futuro per Me.dea? Convocato un tavolo con i comuni

A Palazzo Ghilini si è svolto un importante incontro, fortemente voluto dall'assessore Moro, per discutere della sussistenza del Centro Antiviolenza Me.dea, attivo da cinque anni e il cui futuro appare compromesso. Tra le soluzioni possibili c'è il coinvolgimento dei comuni centri zona e di un loro contributo
PROVINCIA - Lo scorso 14 aprile presso la Sala giunta del Palazzo della Provincia di Alessandria si è svolto un importante incontro, fortemente voluto dall’assessore Graziano Moro, per discutere della sussistenza del Centro Antiviolenza Me.dea. Il tavolo rientra nell'ambito delle iniziative volte a sensibilizzare il tessuto cittadino e le istituzioni sulla difficile situazione economica del Centro, attivo da cinque anni sul territorio provinciale e il cui futuro appare oggi seriamente compromesso a causa del mancato stanziamento di fondi pubblici.

L’assessore Moro, insieme alla presidente di Me.dea Onlus, Sarah Sclauzero, e alla vice presidente Monica Milano, ha incontrato i rappresentanti dei comuni centri zona. Erano presenti gli assessori Mauro Cattaneo del Comune di Alessandria, Federico Riboldi di Casale Monferrato, Felicia Broda del Comune di Novi Ligure e l’assessore Federico Chiodi del Comune di Tortona.
Il confronto è stato utile per ribadire la mission dell’associazione e il suo intenso operato di questi anni. Insieme si è, poi, ragionato sulle possibili soluzioni da adottare per finanziare l’attività di Me.dea ed evitare la chiusura di un servizio, divenuto di importanza strategica per il territorio. ​La violenza di genere è un costo sociale e sanitario, è certo che freni lo sviluppo economico delle società, sia in termini di spreco del potenziale femminile, impedendo la piena partecipazione delle donne alla vita sociale, economica e politica del proprio paese, sia in termini di costi che il sistema deve sostenere per arginare gli effetti negativi (sanitari e psicologici) dei maltrattamenti contro le donne, e ancora in termini di disagio delle future generazioni, nel caso di bimbi e adolescenti spettatori della violenza familiare, vittime cioè della cosiddetta violenza assistita.
Tra le proposte emerse c’è quella di prevedere un contributo da parte di ciascun comune, da destinare al Centro Antiviolenza, a fronte di un’attività di formazione e sensibilizzazione che l’associazione Me.dea si impegnerà a svolgere sul territorio. Le modalità di collaborazione verranno ancora valutate e discusse, ma intanto un dialogo costruttivo con le Istituzioni locali è stato avviato.

Nel corso dell’incontro, inoltre, grazie alla presenza della dottoressa Rita Camera della Prefettura di Alessandria, sono stati presentati i risultati ottenuti nell’ambito del Progetto “Viol.A. Prevenzione e contrasto di tutte le forme di violenza di genere”, presentato al Dipartimento per le Pari Opportunità – Presidenza del Consiglio dei Ministri dal Comune di Alessandria in collaborazione con la Provincia di Alessandria, il CISSACA, la Cooperativa Sociale Azimut e Me.dea.
Avviato nel 2013 e giunto alla fase finale, il progetto ha permesso di promuovere in provincia un’ampia azione di formazione sul fenomeno e sulle dinamiche della violenza domestica tra i rappresentanti delle Forze dell’Ordine, dei Servizi Sociali e del mondo scolastico, per uniformare le metodologie di intervento a supporto delle donne vittime di violenza e rendere più efficace la risposta fornita loro dalla rete dei servizi locali.
L’auspicio è di proseguire su questa strada. La promessa di un sostegno concreto da parte della Provincia e la disponibilità riscontrata negli assessori presenti fa ben sperare. A loro, e in particolare all’assessore Moro, "va fin d’ora il grazie dell’associazione".
24/04/2014
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Pernigotti, la difesa di Muliere
Pernigotti, la difesa di Muliere
"Orde di locuste"
"Orde di locuste"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Cantina produttori del Gavi
Cantina produttori del Gavi
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Una lotta che non si ferma
Una lotta che non si ferma