Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Sanità

Ricerca e amianto, modello nazionale per l'Alessandrino

Riunione a Torino per il Comitato strategico. Il progetto ha assunto un respiro nazionale ed europeo con l'azienda ospedaliera del capoluogo che ha assunto il ruolo di capofila
SANITA' – Il progetto di ricerca sul mesotelioma diventa un modello di riferimento nazionale, contribuendo a consolidare nello stesso tempo l'altro progetto avviato nei mesi scorsi ad Alessandria per il riconoscimento di Irccs (Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico) per l'ospedale del capoluogo. L'ultima novità è arrivata dalla riunione del Comitato strategico amianto alla presenza degli assessori regionali alla Sanità, Antonio Saitta, e all’Ambiente, Alberto Valmaggia, del direttore dell’azienda ospedaliera 'Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo' di Alessandria, Giovanna Baraldi, del direttore dell’Asl Al, Gilberto Gentili, del responsabile del Centro sanitario amianto del Piemonte, Massimo D’Angelo, del sindaco di Casale, Titti Palazzetti in qualità di presidente. Hanno partecipato anche i rappresentanti delle associazioni delle vittime dell’amianto, dell’Arpa e dei sindacati. "Gli obiettivi – hanno spiegato al termine – sono stati puntati su un progetto di respiro nazionale ed europeo che funga da modello per lo studio del mesotelioma, attraverso investimenti sulla ricerca pre-clinica che permettano di conoscere le cause della malattia e individuare nuovi farmaci e nuove terapie".

Il progetto voluto dall’Associazione familiari vittime amianto può contare su un finanziamento di 3,8 milioni di euro e sarà gestito dall’azienda ospedaliera di Alessandria come capofila. È previsto il coinvolgimento dell’Università degli Studi di Torino con il dipartimento di Oncologia di cui fanno parte gli istituti di ricerca del San Luigi di Orbassano, di Candiolo e delle Molinette. L’Università di Torino affiancherà le istituzioni già coinvolte, l’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri, l’Istituto scientifico romagnolo per la studio e la cura dei tumori, il Dipartimento di Medicina traslazionale e il Dipartimento di Scienze della salute dell’Università del Piemonte orientale. "All’interno di questa revisione del piano – hanno sottolineato Saitta e Valmaggia - la Regione individuerà un garante scientifico della ricerca, con il compito di assicurare la funzionalità e la coerenza di tutte le attività".

Il progetto cresce, però il riferimento resta l’azienda ospedaliera insieme ai presidi di Casale e Alessandria attraverso l’Ufim (Unità funzionale interaziendale mesotelioma, la responsabile è Federica Grosso) che "sarà rafforzata per garantirne l’operatività nel tempo. In questo contesto – sono le parole di Giovanna Baraldi - rivestirà particolare importanza l’individuazione del responsabile scientifico, come figura di garanzia, unitarietà e fattibilità". E sempre rispetto all'Ufim è stata accolta la richiesta presentata dal sindaco Palazzetti, Afeva e sindacati ("È stata fatta propria anche dal Consigli comunale di Casale e provinciale di Alessandria" si legge su una nota) di renderla "stabile e permanente". Commenta infatti il primo cittadino della città di Sant'Evasio: "Saitta ci ha assicurato che l’Ufim sarà rafforzata e che si farà in modo che possa durare nel tempo. Con Afeva e con i sindacati ho sottolineato l’importanza di un progetto di ricerca finanziato in modo consistente con quanto ricavato come risarcimento dai familiari dei malati e con la loro sofferenza. Ci aspettiamo importanti risultati, che l’Ufim diventi un riferimento di alto livello". 
29/04/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Cinquant'anni di Amaldi
Cinquant'anni di Amaldi
Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Ponte Morandi, tir sequestrati
Ponte Morandi, tir sequestrati
Gavi, le foto vincitrici
Gavi, le foto vincitrici
Fai, Novi è delegazione
Fai, Novi è delegazione
Manifestazione Iperdì
Manifestazione Iperdì
Incidente sulla statale
Incidente sulla statale