Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Capriatese e Pro Molare rimontate in casa, Mornese battuto a Spinetta

Botta e risposta fra i ragazzi di mister Samir Ajjor e la formazione acquese, a segno nel finale. Buon pareggio per i giallorossi, che al Comunale hanno impattato contro il Cassano. Viola sconfitti di misura dalla capolista
CAPRIATA D'ORBA - Ripartenza lenta per la Capriatese, che dopo la sconfitta di misura rimediata al Girardengo di Novi Ligure, non è andato oltre il pareggio contro il Cassine. Decisive ai fini del risultato (1 a 1) le reti messe a segno nel finale da Re e Gordon. Al Maccagno i padroni di casa si sono fatti vedere dalle parti di Moretti dopo cinque minuti con Dionello, atterrato in area da un difensore. L'arbitro non ha ravvisato alcun fallo. Da segnalare nel primo tempo anche il botta e risposta fra Cavallero e Sorbino, entrambi fermati dal palo. Nella ripresa i locali hanno sfiorato il vantaggio con l'accoppiata Dionello (respinto dal numero uno acquese) - Re, con quest'ultimo che ha spedito la palla sopra la traversa da buona posizione. Nel finale l'ex Novi G3 si è fatto perdonare con la trasformazione del penalty concesso dal direttore di gara. Ma, proprio quando sembrava fatta, il Cassine si è fatto vedere in avanti con Gordon, respinto una prima volta da Fiori - autore di un pregevole intervento su un calcio di punizione dalla trequarti - e in gol al 90' su un tiro da fermo dal limite dell'area.

Succede tutto nel primo tempo al "Comunale", con la Pro Molare passata in vantaggio dopo pochi minuti con Luca Albertelli e ripresi al 42' da Lepori. Un pareggio (1 a 1) che frutta un punto e smuove la classifica dei giallorossi, ormai avviati verso una comoda salvezza, e quella del Cassano, che si mantiene al quinto posto a dieci lunghezze dalla Capriatese, prossima avversaria dei tortonesi. Resta a mani vuote, invece, il Mornese, uscito a testa alta dal campo della capolista Spinetta Marengo. Decisiva ai fini del risultato la doppietta messa a segno da Ranzato, che ha replicato il bottino personale della gara di andata. I ragazzi di mister D'Este, a segno con Matteo Sciutto per la rete del 2 a 1, hanno recriminato soprattutto sul calcio di rigore concesso dal direttore di gara sul punteggio di 1 a 0, che ha di fatto messo in discesa il match a favore dei locali. 
18/03/2019
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus