Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Marzo, il mese della classica "corsa al sole"

Marzo è appena iniziato ma per i novesi è già tempo di parlare di Milano-Sanremo. La classica “corsa al sole” transiterà a Novi domenica 22 marzo. In quella data ci sarà anche la possibilità di ammirare, al museo dei Campionissimi, una nuova sezione, quella dedicata ai caschetti.
NOVI LIGURE - Marzo è appena iniziato ma per i novesi è già tempo di parlare di Milano- Sanremo. La classica “corsa al sole” transiterà a Novi domenica 22 marzo. In quella data ci sarà anche la possibilità di ammirare, al museo dei Campionissimi, una nuova sezione, quella dedicata ai caschetti. "In questa sezione - spiega Chiara Vignola, direttore del museo - vogliamo ricostruire la storia di questi copricapo che utilizzavano già Giovanni Gerbi e Fausto Coppi sia durante gli allenamenti sia durante le gare. Il caschetto è diventato obbligatorio ormai da alcuni anni". Nella nuova area espositiva del museo saranno esposti i nuovissimi caschi ultraleggeri di sofisticata tecnologia e produzione “tutta italiana” si affiancano alle vecchie glorie in cuoio e sughero di Giovanni Gerbi e Fausto Coppi.

L’uso obbligatorio del casco tra i professionisti risale appena al 2006, anche se Coppi, Bartali, Robic, Maspes, Moser e Bugno già lo indossavano. I loro copricapi protettivi sono stati gli antenati degli odierni caschi leggeri e aerodinamici, in materiale ultra-resistente agli urti, che pesano appena 250 grammi o poco più.
"Grazie alle ditte Limar di Costa di Mezzate (Bergamo) e LAS di Milano - continua Vignola - specialisti nella produzione di caschi per professionisti, tutti potranno ammirare le ultime novità, compreso il modello Velov a placche rimovibili, vincitore dell’International Product Design Award 2013". Inoltre nei giorni scorsi ai “Campionissimi” è arrivato un altro importante “pezzo”. Si tratta della maglia della campionessa Elena Cecchini.
Nel 2014, Elena Cecchini, a soli 21 anni, si è aggiudicata il titolo di campionessa italiana su strada nella categoria élite. La ciclista friulana, nota per i suoi successi su strada e su pista, ha deciso di donare al museo dedicato a Coppi e Girardengo la maglia che ha indossato durante quella gara.
"L’oggetto – prosegue Vignola - è stato collocato all’interno della sala espositiva permanente dedicata al ciclismo “in rosa”, che, proprio in queste settimane, è in corso di aggiornamento con nuovi pannelli espositivi".

Accanto all’area museale Chiara Vignola sta già lavorando per il passaggio della Milano- Sanremo. "Accanto alla “corsa al sole” - ricorda Vignola- Novi rientrerà anche nel percorso della Classicissima d’epoca Milano- Sanremo che, quest’anno, sarà dedicata a Costante Girardengo che si disputerà sabato 21 marzo e domenica 22 marzo". I corridori d’epoca partiranno alle 8.30 di sabato 21 marzo da viale dei Campionissimi per la tappa Novi-Alassio. Fra i concorrenti vi sarà anche Mirko Celestino [nella foto], 40 anni, professionista su strada. "Il 22 marzo - prosegue Vignola - ospiteremo un raduno per gli amanti dello spinning con la collaborazione della Fispin Accademy-ciclismo indoor. Si pedalerà davanti ai maxischermi e si simuleranno le gesta dei grandi del ciclismo".
 
9/03/2015
Marzia Persi - m.persi@ilnovese.info
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus