Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Pro Molare: colpo salvezza a Garbagna

Pastorino e Luca Albertelli a segno nel successo dei giallorossi sul capo del fanalino di coda del torneo. Secondo pareggio consecutivo per la Capriatese, che vede allontanarsi il sogno play-off. Poker Sexadium a Mornese
CAPRIATA D'ORBA - Secondo pareggio consecutivo per la Capriatese, che sul campo di Cassano ha replicato l'uno a uno "visto" lo scorso fine settimana al Maccagno. E se ai punti avrebbero meritato gli ospiti, va anche detto che nella prima frazione di gioco i locali sono riusciti a fare qualcosa di più rispetto alla formazione ovadese, protagonista nella ripresa. Padroni di casa avanti con Sola. Poi, nel secondo tempo, Dionello e soci si sono fatti vedere a più riprese nell'area avversaria, con un palo ed una traversa colpiti dai giocatori ospiti. "Solo" a dieci minuti dal triplice fischio Arsenie, assente nelle ultime uscite, è riuscito a ristabilire la parità con la trasformazione di un calcio di rigore. "Nel primo tempo siamo stati troppo frenetici - ha dichiarato l'allenatore gialloverde -. Siamo in un momento non particolarmente fortunato, ma i ragazzi stanno dando tutto quello che hanno, nella ripresa si è vista (contro un'avversaria forte) una squadra volenterosa di vincere. Dobbiamo continuare a lavorare come nella ripresa, anche se c'è il timore e la possibilità che le prime tre possano non perdere più colpi". In questo caso la Capriatese potrebbe anche non disputare i play-off a causa dei punti di ritardo dalla terza classificata.

Porta le firme di Pastorino e Luca Albertelli il successo della Pro Molare sul campo del Garbagna. I ragazzi di mister Mario Albertelli si sono sbarazzati del fanalino di coda del torneo grazie alle due reti segnate dagli attaccanti giallorossi, mentre la porta è rimasta inviolata. Un due a zero che avvicina Marek e soci al quinto posto - che non darà comunque l'accesso ai play-off -, mentre la zona calda dista ora dieci lunghezze. Tre punti che non daranno l'ipoteca definitiva sulla salvezza, ma che avvicinano la truppa molarese verso l'unico obiettivo stagionale rimasto.

E' durato un tempo il sogno del Mornese di strappare almeno un punto al Sexadium. I viola, reduci dalla sconfitta onorevole rimediata sul campo di Spinetta Marengo, sono stati costretti a cedere anche contro la seconda forza del torneo, che si è imposta per 4 reti a 1. Decisiva ai fini del risultato l'espulsione di Mazzarello nel finale della prima frazione di gioco. Ospiti avanti al 9' con Gandino. Poi, al 20', i padroni di casa sono riusciti a ristabilire la parità con Andreacchio. I ragazzi di mister D'Este hanno tenuto bene il campo e sono riusciti a impensierire gli avversari con una bella conclusione di Cavo, prima della beffa. Rosso a Mazzarello e calcio di rigore per gli alessandrini trasformato da Giordano. Nella ripresa i locali hanno dato fondo alle riserve di energia prima di un finale appannaggio del Sexadium, ancora a segno tra il 76' e il 78' con Dell'Aira. 
25/03/2019
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus